Login Form

Contatore

Abbiamo 32 visitatori e nessun utente online

360° recensione: la morte nella moda

Valutazione attuale:  / 0

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Raul Montanari

TITOLO: E’ di moda la morte 

EDITORE: Giulio Perrone Editore

COSTO: 5,00

 

TEMA TRATTATO: racconti di moda, stile, bellezza, apparenza infarciti di morte, quella violenta, quella di passione, interesse, noia, cattiveria. La bellezza diventa allora mistero, dolore, fascino ulteriore.

GIUDIZIO SINTETICO: pennellate interessanti e dissacranti del mondo della moda fatto di modelle, veline, musica, luci psichedeliche, sfavillio, stilisti pazzi o comunque stravaganti. Una moda piena di lati oscuri dove la trasgressione ed il sesso estremo sono la norma, almeno così vorrebbe far credere l’autore. Poi però vedi noia, solitudine, miseria che ritrovi nel mondo della emarginazione, dei poveri, dei relitti dell’umanità. Un libro che si legge d’un fiato e che lascia tanto amaro in bocca.

 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

 

Ecco, a me le modelle sono sempre sembrate fragili, con quelle facce da cadaveri in passerella, come degli insetti, quasi trasparenti.

359° aforisma: l'amicizia valore antico

Valutazione attuale:  / 0

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Aristotele

TITOLO: L’amicizia

EDITORE: Barbera Editore

COSTO: 6,90

 

TEMA TRATTATO: riflessioni su uno dei sentimenti più alti che può esprimere l’uomo: l’amicizia. Una virtù che è indispensabile in ogni fase della vita umana e che porta con sé il bene.

GIUDIZIO SINTETICO: antico libro, antiche parole sempre più attuali perché piene di verità piene di umana ragione. Il grande filosofo riassume in poche pagine tante verità che sono alla base del buon vivere. E così è l’amicizia, indispensabile in ogni fase della vita umana. Ma mentre l’amicizia fondata sul piacere e sulla convenienza inevitabilmente finisce, quella fondata sulla virtù è destinata a durare e i suoi effetti benefici si fanno sentire anche nella comunità politica il cui scopo è il bene comune. Riflessioni che oggi, in questo mondo fatto di solo interesse e di continua prevaricazione, farebbero bene a molti.

 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

 

Due che marciano assieme infatti sono più capaci sia di pensare sia di agire.

(… omissis …) ciascuno ama non ciò che per lui è il bene, ma ciò che gli appare tale.

Perfetta è invece l’amicizia dei buoni e di coloro che sono simili secondo virtù; questi infatti vogliono ugualmente il bene reciproco in quanto buoni, e sono buoni per se stessi.

(… omissis …) moltissime divergenze nascono tra gli amici qualora siano amici in modo diverso da come pensano di esserlo.

(… omissis …) esistere è per tutti degno di scelta e amore, ma noi esistiamo grazie all’attività (vivere cioè agire), grazie all’attività chi ha fatto l’opera esiste in un certo senso; vuole bene dunque alla sua opera, perciò anche all’esistenza.

(… omissis …) l’uomo è un animale politico e per natura portato a convivere.

Il vivere è tra le cose buone e piacevoli per se stesse (… omissis …). L’esistenza è desiderabile per il fatto di percepire che è un bene, e una percezione del genere è piacevole per se stessa.

(… omissis …) è possibile essere amico di molti da un punto di vista politico anche non essendo lusingatori, ma veramente per bene; però non è possibile farlo con molti per virtù e per loro stessi, e sarebbe desiderabile trovare anche poche persone siffatte.

(… omissis …) l’amicizia dei cattivi è malvagia (infatti essendo instabili si accomunano in cose cattive, e diventano malvagi assimilando l’un l’altro), mentre l’amicizia dei virtuosi è virtuosa, e si accresce per il fatto di frequentarsi (… omissis …) infatti si modellano gli uni sugli altri in base a ciò per cui si piacciono, da cui il detto “nobili cose dai nobili”.

357° recensione: uno sguardo verso il mare per ricordare

Valutazione attuale:  / 0

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Valentino Lorenzetti

TITOLO: Uno sguardo verso il mare … seguendo i ricordi

EDITORE: Kimerik

COSTO: 15,00 euro


TEMA TRATTATO: ritratti, pennellate ricche di colore, profumi, emozioni a segnare ricordi caldi di una vita piena ancora da scoprire. Un modo bello per ricordare a se stesso ed agli altri dei momenti. E vedi non solo persone, non solo sentimenti, ma una terra calda, piena di bellezza intima che sostiene il cuore e la mente. La nostra terra.

GIUDIZIO SINTETICO: storie che si alternano tra la poesia, l’ironia, la leggerezza sapiente, la dolcezza e la concretezza. La lettura è piacevole e scivola via lasciando nel cuore serenità, forse il valore più alto dell’autore. Scopri luoghi, voci, persone che ritornano nella mente di chi ha vissuto da vicino quella terra, quella cultura che ha la forza di rimanere attaccata eternamente nel cuore.

 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

 

Se l’utopia non si è spenta, né in religione, né in politica, è perché essa risponde a un bisogno profondamente radicato nell’uomo (Ignazio Silone).

Gli uomini passano, gli uni accanto agli altri, viaggiatori frettolosi e distratti, senza scambiarsi una parola, senza una stretta di mano fraterna, senza un sorriso.

Quelle armonie, quelle dissonanze trovavano corrispondenze dentro di me. Facevano godere l’anima liberata da ogni paura, da ogni passione.

Guardare la vita attraverso i ricordi è stato come gustare un vino impreziosito dal tempo.

 

 

358° recensione: storia e romanzo

Valutazione attuale:  / 0

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Joseph Roth

TITOLO: Lo specchio cieco - Il capostazione Fallmerayer

EDITORE: Il Sole 24 Ore

COSTO: 2,00

TEMA TRATTATO: due racconti, uno di una ragazza che diventa donna, l’altro di un capostazione che cambia il percorso della sua vita dopo un incidente ferroviario. Due storie in cui si intrecciano e si scontrano il senso del dovere con il desiderio. Due storie sono accomunate da un triste destino e che raffigurano contemporaneamente l’inabissarsi di un mondo che è al tempo stesso l’Impero asburgico e la civiltà ebraica dell’Europa orientale.

GIUDIZIO SINTETICO: Roth, magistrale narratore, sa prendere l’animo del lettore e lo porta con sé nelle sue storie avvinghiate. Dei due racconti è più piacevole la storia del capostazione che assomma in sé romanzo e storia, una storia che è stata vissuta in diretta dell’autore arruolatosi volontario nella Grande Guerra. 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

Il suo cadavere giacque nella camera ardente, finì in anatomia perché i cadaveri mancavano, si prendevano anche i corpi gonfiati dall’acqua. Nessuno seppe che aveva voluto andare in cielo ed era caduta in acqua. Si era sfracellata contro le morbide scale di nubi purpuree e dorate.

Con ogni nuovo suono della lingua straniera che imparava, si avvicinava alla donna straniera. Di lei non sapeva più niente se non quello che aveva visto l’ultima volta: un saluto e una firma frettolosi su una banale cartolina illustrata. Ma lei viveva per lui; lo aspettava; presto le avrebbe parlato.

 

 

 

345° recensione: l'orrore letterario - Tre Donne di Edgar Allan Poe

Valutazione attuale:  / 0

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Edgar Allan Poe

TITOLO: Tre donne (Berenice, Morella, Ligea)

EDITORE: Sole 24 Ore

COSTO: 2,00 euro


TEMA TRATTATO: tre storie di donne sul confine con l’aldilà. Tre incubi, tre storie di amore esasperato in cui le protagoniste hanno la forza di trascinare nell’inferno dell’orrore e della dannazione gli uomini che hanno amato. 

GIUDIZIO SINTETICO: contesto e storie descritte con lucidità e perfezione che emanano inquietudine, ansia, terrore, paura. Parole che fluiscono con il ritmo della disperazione sapientemente cesellate e riprodotte come se fossero non lette ma ascoltate. La qualità, l’intuizione, l’arte dell’autore non possono essere contestate.

 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

 

Mi ritrovai seduto nella biblioteca e ancora una volta solo.

 

Chi siamo

Chi siamo?

Semplicemente degli amanti della lettura e della conoscenza! Pensiamo che leggere non rappresenti solo un modo per utilizzare piacevolmente il tempo a disposizione ma anche, e soprattutto, un modo per crescere, fare amicizia, conoscere se stessi, vivere bene con gli altri.

Per questo motivo crediamo che far circolare le emozioni che ogni lettore vive leggendo un libro rappresenti il modo migliore per diffondere cultura, amicizia e, alla fine dei conti, benessere.

E leggere diventa stile di vita!

Contatore visite

Oggi31
Ieri57
Settimana88
Mese1024
Tutti68209

Statistiche

Utenti
1900
Articoli
417
Web Links
1
Visite agli articoli
223784