362° recensione: a tavola con ironia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Domenica, 03 Aprile 2016 16:03
Visite: 481

SCHEDA DI RECENSIONE LIBRO

a cura di Paolo

 

AUTORE: Davide Dalfiume

TITOLO: Eroi a tavola

EDITORE: La Mandragora

COSTO: 8,00

 

TEMA TRATTATO: aneddoti culinari, strafalcioni dei clienti e dei ristoratori in corso di ordinazione, riflessioni comiche e ironiche sulla vita di osteria con il punto di vista dell’avventore e del gestore. Ed ogni tanto pensieri che sembrano superficiali ma che sono profondi e veri più di tanti altri scritti.

GIUDIZIO SINTETICO: tra le tante battute emerge stile, quello di un comico che fa della semplicità, dell’ingenuità, dell’ovvio la sua scenografia. Libro che fra storielle, freddure e battute fila liscio tra le mani e gli occhi del lettore offrendo qualche momento di piacevole relax. Nel cibo, nel suo scorrere tra le nostre mani e le nostre bocche raccoglie le ansie, le smanie, le abitudini, la cultura dell’italiano medio che sia cliente o ristoratore.

 

ALCUNE  FRASI  SUGGESTIVE

Non ci vedo bene sono un po’ prestite.

Ho l’artrite lombarda.

A mangiar troppo vengono le arachidi anali.

Io sono una persona altolocata (riferendosi a sé).

Sono stato a Londra con un Love-Cost.

(… omissis …) alcuni vivono le feste con il cuore, molti  altri con lo stomaco.

C’è chi mangia quando HA FAME e chi mangia quando è ORA. Chi mangia per VIVERE, e chi VIVE per mangiare.

Oste:“Tu di quale categoria fai parte?”

Cliente: “Di tutte e quattro. Basta che si mangi né poco, né troppo e un po’ tutti!”